Disturbi Comportamento Alimentare .it

  • Clicca qui per saperne di più
  • Facebook Page: 414632122038959
  • Linked In: pub/international-soc-of-psychology-isp/39/74/169
  • Twitter: Psichepedia
Messaggio
  • "Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per inviare informazioni in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni clicca sui link sottostanti.

    Leggi l'informativa completa

    Leggi la Direttiva Europea

Disturbi Comportamento Alimentare .it

 

Benvenuti su Disturbi Comportamento Alimentare .it il sito specializzato nei meccanismi dell'Alimentazione e nei Disturbi del Comportamento Alimentare: Anoressia, Bulimia obesità ecc.

I Disturbi del Comportamento Alimentare

 

 

Picasso "Ragazza davanti allo specchio", 1932

 

I disturbi del comportamento alimentare costituiscono un fenomeno sempre più diffuso e allo stesso tempo sempre più difficile da individuare, specie in mancanza della consapevolezza da parte di chi ne soffre.

 

In "Disturbi Comportamento Alimentare .it" troverete un approfondimento (sintomi, cause, cure) dei seguenti disturbi:

 

Una sezione del sito Disturbi Comportamento Alimentare .it è dedicata anche ai meccanismi fisiologici dell'Alimentazione e del Comportamento Alimentare, ad esempio della fame e della sazietà e i meccanismi alla base delle diete dimagranti (ipocaloriche) e ipercaloriche.

 

disturbi del comportamento alimentare vengono trattati in maniera specifica in riferimento anche alla fascia di età in cui si manifestano: nell'infanzia, nell'adolescenza, nell'età adulta.

I disturbi del comportamento alimentare più conosciuti, grazie anche alla diffusione da parte dei mass-media attraverso film, documentari, notizie di cronaca, sono sicuramente l'Anoressia e la Bulimia.

 

E’ difficile parlare ad esempio di “anoressia” per definire un fenomeno che è diventato una moda, cioè la magrezza esasperata e la tendenza a fare diete bizzarre spesso senza un controllo medico. E’ difficile soprattutto perché in una società che rincorre il mito dell’apparenza e che propina l’equazione bellezza=magrezza, la magrezza viene rinforzata, premiata e in alcuni casi strapagata (vedi il caso delle top model).

 

Inoltre la pubblicità diffonde messaggi contraddittori che da una parte  esaltano il modello anoressico, dall’altro invitano al consumismo esasperato nel settore alimentare come in tutti gli altri settori commerciali. Questi messaggi, ripetuti in modo compulsivo, possono indirizzare molte persone verso lo sviluppo di disturbi del comportamento alimentare come la bulimia, caratterizzata da abbuffate e successivi sensi di colpa che spingono a comportamenti compensatori.  Il rischio più grave di questa scissione lo ritroviamo nella tendenza alla vera e propria psicosi, per le persone predisposte.

 

Esistono molti dati che riferiscono infatti che, nella maggior parte dei casi, l'inizio di una dieta per dimagrire sfocia poi nello sviluppo di  disturbi del comportamento aimentare.

 

Attualmente l’anoressia mentale colpisce lo 0,5% della popolazione di età compresa tra 14 e 20 anni, il 90% dei quali sono ragazze. La mortalità riguarda ben il 15% delle persone anoressiche.

Anche la bulimia è un disturbo sempre più diffuso, ma non sempre riconosciuto.

 

Molti casi di disturbi del comportamento alimentare infatti, in particolare bulimia e anoressia, non giungono all'osservazione clinica, in quanto è tipico di questi pazienti rifiutare l'aiuto degli altri, a soprattutto non riconoscere e ammettere di avere il disturbo.

 

Fino al 1995 i disturbi del comportamento alimentare interessavano prevalentemente individui appartenenti a livelli socioeconomici medio-alti; negli ultimi anni c’è un sempre maggiore coinvolgimento dei livelli medio-bassi, grazie anche al fenomeno della globalizzazione che facilita la diffusione di modelli tipicamente occidentali.

 

Si è visto che la fascia di età con maggiore rischio di sviluppare dei disturbi del comportamento alimentare, in particolare l’anoressia, è quella dell’adolescenza, e le motivazioni sono molteplici.

 

 

Dott.ssa Loredana Scalini, Psicologa

 

 

 

 

Buona navigazione su Disturbi Comportamento Alimentare .it

 

 
unregistered template Template by Ahadesign Visit the Ahadesign-Forum